L’uomo del censimento

Di China Mieville ho letto con piacere Perdido Street Station (non tutto per motivi vari) e Embassy Town, con molto piacere La Città e la Città con poco o nullo Un regno in Ombra (questo lasciato a metà di proposito) e con aspettative poi deluse dopo la lettura di questo romanzo finalista al premio Hugo 2017.

Che dire, l’autore con una prosa scorrevole e piacevole ti fornisce molti indizi e nessuna spiegazione finale, il testo sembra semplice ma contiene molte metafore e va letto con attenzione. No, non mi ha entusiasmata, mi ha lasciata ‘appesa’ e insoddisfatta. Bella la copertina di Raffaelli

L’Uomo del Censimento (This Census-Taker, 2016) di China Mieville – Zona 42 – 2019, traduzione di Martina Testa

Copertina di Giorgio Raffaelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...